Cippi e pietre miliari sulla via consolare romana Postumia a Verona

Cippi e pietre miliari sulla via consolare romana Postumia a Verona

Il cippo gromatico

Il cippo gromatico è un cippo stradale in pietra che indicava il numero della centuria ( appezzamenti di terreno assegnati a legionari veterani trasformati in coloni) e la direzione rispetto al Cardo e al Decumano Massimi. Gromatico dal latino groma: strumento usato dagli antichi romani per la misurazione e la divisione del terreno.

Oggi sulla via Postumia a Verona, a una distanza proprio di 4 miglia romane dall’attuale Piazza Erbe, si trova il cippo di pietra calcarea bianca che, ai tempi del suo posizionamento in epoca romana, era alto ben m. 1,80

Cippo di epoca romana posto sulla via Postumia

Questo che si vede nell’immagine a seguire è invece un cippo più recente, posto a Verona sulla via Postumia, nel punto in cui via Albere incontra via Ca’ dei Recchi 8, ad indicare le direzioni verso San Massimo e Verona.

viaalbereverona.com-mappa-cippo-gromatico-via-ca-de-recchi-postumia

Posizione del cippo gromatico di via Ca’ de’ Recchi Verona. La via Postumia, in blu, non è attualmente visibile

Su questo cippo le due frecce direzionali scolpite oggi risultano inesatte poichè non il cippo è stato spostato, come succede ad alcuni cippi per diversi motivi, ma in questo caso è la strada originaria, la via Postumia, che è stata fatta deviare a sinistra del forte Schwarzenberg (oggi il forte non esiste più, ne sono emersi dei resti durante gli scavi eseguiti per costruire la strada che attraversa il Deposito ferroviario).

cippo gromatico postumia albere verona

Guarda il video del Cippo in via Ca’ dei Recchi

 Il  Pilotòn o Prèa Fita sul monte Preafitta

Si trova sull’asse della via Postumia il monolite Prèa Fita (pietra infissa nel terreno) detto Pilotòn,  reperto di grande interesse storico e monumentale che si trova all’incrocio di cinque strade, che conducono rispettivamente a Novaglie, San Fidenzio, Mizzole, Montorio e Gazzol.

A poco meno di 4 chilometri dalle mura di Verona questo colonna di pietra calcarea bianca mozzata è alto circa 2,5 metri di altezza e reca incisi i simboli della cristianità.

Sono state formulate alcune ipotesi su questo blocco di pietra bianca:

  1. che abbia origini preistoriche
  2. che segni l‘orientamento solare del piano di fondazione della Verona romana
  3. che sia un miliario, pietra che i Romani usavano per segnalare il numero progressivo delle miglia lungo le strade.

Effettivamente il bianco monolite, è impiantato nel suolo in linea con la pianta di Verona romana; prolungando un’immaginaria linea retta a partire  dalla pietra, andando ad incontrare il tracciato della via Postumia, questa ripercorre il Decumano Massimo (gli attuali Corso Porta Borsari e Corso S.Anastasia)  (mappa )

Monolite prea fita montorio postumia pietra miliare romana www.viaalbereverona (2)


Mappa sito

HOME


[contact-form][contact-field label=”Nome” type=”name” /][contact-field label=”E-mail” type=”email” /][contact-field label=”Commento” type=”textarea” /][/contact-form]